CINEMASTICANDO

Solo per chi mastica cinema a colazione, pranzo e cena


1 Commento >

Dopo il viaggio di nozze la vita di una giovane coppia, i coniugi McCall, subisce un brusco cambiamento: lei aspetta un bambino.
L’evento farebbe felice qualsiasi nuovo nucleo familiare che si sta costituendo, ma tale evento non sembra essere come gli altri.
Soprattutto la futura mamma Samantha si comporta in modo anomalo: si ciba di carne cruda al supermercato e sembra essere assente con la mente anche se presente fisicamente.
Zach, il marito e futuro padre, accortosi di un cambiamento nella sua consorte decide di installare delle telecamere nella propria abitazione per tenere sotto controllo Samantha.
Pian piano il giovane sposino si accorgerà che il mutamento che ha investito sua moglie non avrà niente a che fare con il mondo terreno.

 

27859895_la-stirpe-del-male-neonato-indemoniato-per-le-vie-di-new-york-0

Allison Miller nei panni di Samantha McCall in piedi in una posa inquietante…

“La stirpe del male” non aggiunge nulla di nuovo al genere horror-venuta dell’anticristo; forse l’unica novità è la tecnica di ripresa del found footage, ormai diventata, non sempre, sinonimo di successo in termini economici.
Il “non sempre” forse si sposerà bene con questa pellicola che non mette paura nei momenti in cui dovrebbe; i momenti di tensione si contano sulle punte delle dita e quei pochi che ci sono fanno troppo affidamento sulla ripresa con la telecamera in prima persona.
Stranamente in pellicole found footage in cui la troppa dinamicità delle riprese colloca in secondo piano le recitazioni degli attori, in questo film i due coniugi Samantha McCall e Zach MaCall (interpretati rispettivamente da Allison Miller e Zach Gilford) non sono da buttare via; certo non saranno performance da Oscar però visto il genere della pellicola i due attori risultano credibili, almeno dal punto di vista professionale.
Certo i cliché surreali del genere found footage rimangono: come fa la gente a correre e scappare e nello stesso tempo a riprendere senza mai cascare? La gente normale già solo digitando i tasti del proprio smartphone per strada, mentre cammina, se non alzasse la testa ogni tanto finirebbe addosso a qualcosa o a qualcuno.
Ritornando al filone narrativo del film, “La stirpe del male” si lascia guardare senza però coinvolgere lo spettatore a livello emotivo; poco o niente si dice e si sa della setta e di quello che è successo durante il viaggio di nozze.
Sicuramente questi saranno elementi fondamentali che spingeranno lo spettatore a vedere un eventuale sequel o prequel (l’infanzia di Samantha è coperta da una alone di mistero…strano per un film horror…)
Visto il successo commerciale della saga di Paranaormal Activity prepariamoci ad essere sommersi da una possibile trilogia (o anche tetralogia) di neomamme che portano in grembo la nemesi di Cristo, ovvero l’Anticristo.
Ovviamente tutto rigorosamente in stile found footage…

Link correlati:

“LA STIRPE DEL MALE”: LA SCHEDA

Annunci


1 Commento

V/H/S: LA PELLICOLA AVRA’ TERRORIZZATO GLI SPETTATORI?

6 cortometraggi (in realtà sarebbero 5 poiché il primo è l’episodio iniziale che tiene legati tutti i corti) pregni di sangue,ansia,mistero e tanto tanto found footage.
Anzi l’intera pellicola è realizzata interamente con tale tecnica che mostra allo spettatore il filmato tramite la ripresa amatoriale.
Molti capostipiti di questo genere sono passati alla storia come “The Blair witch project” e la saga horror di “Rec”.
Diversi registi,Adam Wingard,Chad Villella,David Bruckner,Glenn McQuaid,Joe Swanberg,Justin Martinez,Matt Bettinelli-Olpin,Radio Silence,Ti West e Tyler Gillett, si sono cimentati nella direzione dei vari cortometraggi.

Un’inquietante Hannah Fierman nell’episodio “Amateur Night” di David Bruckner

L’inquietante maniaco dell’episodio “Second Honeymoon” diretto da Ti West

Se avete visto la pellicola,esprimete il vostro giudizio in merito.


1 Commento

THE BAY: COSA NE PENSA IL PUBBLICO

Il found footage si sta diffondendo a macchia d’olio.
Ne è una prova tangibile l’ultima opera di Barry Levinson, regista di film intramontabili come “Rain Man – L’uomo della pioggia (Rain Man)” del  1988 con un indimenticabile Dustin Hoffman.
Qui Levinson si cimenta in un horror-documentario che narra la vicenda di Claridge Maryland, ubicata nella Chesapeake Bay; due ricercatori portano alla luce un elevato tasso di inquinamento delle acque dovuto al rilascio  nel bacino idrico di escrementi di pollo appartenenti ad una allevamento della ridente località.
Il menefreghismo del sindaco e gli interessi economici porteranno la cittadina verso il tracollo per il diffondersi di parassiti originatisi dalle scorie inquinanti.

La studentessa Donna Thompson (Kether Donohue) racconta e fa vedere quello che le autorità locali vogliono tenere nascosto

Avete visto il film?

Cosa ne pensate?

Raccontatelo in questo post

🙂

Link correlati:

 

THE BAY: LA SCHEDA

 


3 commenti

EVIL DEAD (LA CASA): OPINIONI DEGLI UTENTI

Dopo 32 anni di silenzio, “Evil Dead” (o “La casa” per gli amici) torna a far parlare di se e lo fa con un remake.
La location rimane pressoché immutata mentre variano i protagonisti e comprimari della vicenda.
Negli anni ottanta il “pretesto” scelto dalla solita brigata di bravi ragazzi per andare a passare un week-end in mezzo ai boschi era di solito stare in pace e divertirsi; nel 2000 con l’avvento di nuovi metodi di divertimento,la motivazione scelta dai ragazzi per passare un po’ di tempo in una casa isolata è quello della disintossicazione dalla droga di una loro amica.

Ecco il metodo per non avere la “lingua lunga”…

Quindi le tematiche si sono trasformate da apparentemente futili in veri problemi sociali; ciò può essere visto anche come il riflesso del cambiamento della società.
Di solito quando si realizza il remake di una pellicola che ha fatto la storia di un genere cinematografico, in questo caso l’horror, si tende a storcere prematuramente il naso.
Se avete visto “Evil Dead (La casa)” del 2013, cosa ne pensate?

Ash (Bruce Campbell, protagonista della prima casa) quanto ci manchi!!!

Se avete visto anche il classico originale di Sam Raimi del 1981 ancora meglio, potreste fare un raffronto.
Scrivete tutto quello che pensate sull’argomento nei commenti!

Ciao e alla prossima!

 

Link correlati:

LA CASA (EVIL DEAD): IL TRAILER

LA CASA (EVIL DEAD): LA SCHEDA